Blog

29 ottobre 2018

Conferenza 27 ottobre 2018 – “L’Europa a un bivio. Quali valori riscoprire?”

“Il prof. Louis Godart durante la conferenza del 27 ottobre 2018 dal titolo: “L’Europa a un bivio. Quali valori riscoprire?”

Dopo i saluti del Sindaco di Francavilla al Mare, avv. Antonio Luciani, e la introduzione del Presidente della Fondazione Michetti, prof. Carlo Tatasciore, ha preso la parole il prof. Louis Godart. Questi è archeologo, filologo, specialista delle civiltà egee ed è stato Consigliere per la conservazione del patrimonio artistico presso la Presidenza della Repubblica italiana. Nella sua relazione su L’Europa a un bivio. Quali valori riscoprire? ha ripercorso il mito e la storia dell’Europa, soffermandosi soprattutto sui pilastri su cui si fonda la civiltà europea.

Distruttivi nazionalismi sono stati alla base delle guerre del Novecento che hanno insanguinato l’Europa. Alla drammatica crisi ha inteso reagire con il suo Manifesto per un’Europa libera e unita  (noto come Manifesto di Ventotene) Altiero Spinelli. Godart ha citato in proposito la valutazione espressa dall’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che lo trovava di una <<modernità straordinaria>>.

Godart ha poi ricordato i primi sforzi politici per venire alla costituzione di una Europa unita e ha insistito sui rischi attuali che corre tale progetto, concludendo la sua conferenza con una citazione da una lettera di George Washington del 1787 indirizzata al presidente del Congresso a proposito del progetto di Costituzione degli Stati Uniti d’America.

Lo stesso Godart, nel suo libro Europa. Nascita e affermazione di una civiltà (Codice edizioni 2014. p. 190) ha scritto: <<Formata da infiniti strati, l’Europa è un’unità storica incontestabile che affonda le proprie radici nella cultura classica, prende forma nel Medioevo cristiano, si concretizza nel Secolo dei Lumi e tende a realizzarsi oggi. La sua opera civilizzatrice poggia su alcuni pilastri che vanno individuati nel mondo classico, nel Cristianesimo e nei valori professati dai filosofi del Secolo dei Lumi…Inventando la democrazia e insegnando che l’uomo ha il diritto/dovere di ribellarsi costantemente di fronte all’ingiustizia, la Grecia antica ha definito ante litteram quello che deve essere l’uomo europeo: un cittadino padrone del proprio destino>>.